IL SISTEMA CAPPOTTO

Un cappotto per tutte le  stagioni
Il cappotto termico è la soluzione ideale per le facciate intonacate ed è costituito da  lastre  di  materiale  isolante  che vengono  applicate  direttamente  sopra l’intonaco  esterno  con  un’  apposita malta  adesiva  e  fissate  ulteriormente con tasselli. Sopra alle lastre incollate, fissate e ben accostate fra loro, viene applicata  una  malta  al  cui  interno  è annegata  una  rete  d’armatura,  che serve ad irrobustire le pareti.
Isolando le pareti dall’esterno si ottiene l’eliminazione di tutti i punti freddi e ciò, in inverno aumenta la capacità di accumulo termico dell’edificio mentre in estate impedisce il surriscaldamento delle pareti  e  garantisce  una  piacevole  sensazione  di  aria  fresca  e uniforme per tutta la giornata.
Per ottenere un risultato ottimale in termini di risparmio energetico, occorre valutare insieme ad un tecnico specializzato lo spessore dei pannelli isolanti da utilizzare in quanto ciò dipende dalla  zona climatica in cui si vive.

Muffe,  umidità  e condensa
Una delle cause più frequenti che minano la salute degli occupanti nelle  abitazioni  e  compromettono  il  comfort  abitativo  è rappresentato  dal  livello  di  umidità  presente  nell’ambiente domestico. L’umidità può provenire dalle fondazioni per risalita, dalle  cantine    oppure  per  infiltrazione  da  tetti  e  pareti  non adeguatamente isolati.

Perché i muri si bagnano e si forma l’umidità?
L’umidità  è  causa  di  innumerevoli  problemi  nelle  abitazioni. Infatti  col  passare  del  tempo  si  può  assistere  a  fenomeni  di degrado  dei  muri,  dell’arredamento  ed  alla  formazione  di ghiaccio, di efflorescenze, di macchie verdi, allo sgretolamento degli intonaci e alla formazione di muffe, le quali trovano il loro habitat  naturale,  con  conseguenze  negative  sia  per  l’aspetto estetico che per la salute delle persone. Poiché la temperatura dell’aria all’interno della casa si abbassa a causa delle dispersioni di calore, in abitazioni non coibentate termicamente, ciò provoca un aumento dell’umidità relativa che può  raggiungere  il  100%,  con  conseguente  formazione  di condensa.
Anche la posa di serramenti isolati in abitazioni non coibentati può  causare  la  formazione  di  condensa  sulle  pareti.  La conseguenza  più  negativa  di  questo  fenomeno  è  il
danneggiamento dell’intonaco, delle tappezzerie e, appunto, la formazione di muffe.

Come rimediare definitivamente?
L’umidità  (che  non  deve  mai  superare  il  45/55%  altrimenti  è pericolosa per la salute) è molto difficile da ridurre poiché è causata  dalla  presenza  delle  persone,  dalla  cottura  degli alimenti e dalle pulizie quotidiane. Il rimedio più efficace per risolvere il problema delle muffe e dell’umidità in modo radicale e definitivo è allora quello di aumentare la temperatura interna in modo costante attraverso l’isolamento termico delle pareti.
Il  rivestimento  a  cappotto  evita  le  dispersioni  di  calore  e mantiene  la  casa  calda  e  a  una  temperatura  gradevole  e uniforme per tutto il giorno, anche dopo che il riscaldamento si è spento. E’ come se una coperta calda avvolgesse l’abitazione proteggendola dal freddo e dall’umidità ed evitando tutti i danni che  ne  possono  derivare.
Soluzioni  alternative  ai  sistemi  di isolamento termico a cappotto sono solo temporanee e non risolvono il problema se non momentaneamente.